Visite Scolastiche e Gite al Museo

Il Museo Memoriale della Libertà per le sue particolari caratteristiche, gli effetti speciali, le ricostruzioni scenografiche, aiuta ad avvicinare i giovani ad un passato purtroppo spesso quasi sconosciuto coinvolgendoli emozionalmente e facendo rivivere quei tragici giorni che portarono alla fine della II guerra Mondiale; permettendo una esperienza di completa immersione nel passato.

gite al museo Bologna

Usando i materiali raccolti in 60 anni come veicoli, corazzati, uniformi, accessori, armi, con l’aiuto di giovani artisti appassionati e la consulenza dell’Istituto per i Beni Artistici Culturali della regione Emilia Romagna, si è realizzato un percorso di estrema didattica e di profonda emotività, per le fedeli ricostruzioni di alcuni episodi di guerra nelle nostre zone, arrivando ai più sofisticati effetti rievocativi.

L’intera visita scolastica richiede circa due ore, è consigliata per ragazzi che abbiano frequentato almeno la terza elementare e comprende:

 

  • Proiezione in esclusiva per i visitatori del Museo, di “Bologna Combat”  un filmato in 16 mm. inedito della Liberazione di Bologna  ripreso da Edo Ansaloni il 21 Aprile 1945;
  • mostra di 150 foto scattate da Edo Ansaloni il 21 Aprile 1945 selezionate come più rappresentative, tra le più di mille di quei giorni:
  • il Memoriale, con 5 ricostruzioni originali dei più rilevanti episodi della II Guerra Mondiale nella nostra provincia;
  • la collezione di corazzati, tra i quali uno Sherman , trasporti truppe, autocarri, jeep, anfibi, alcuni rarissimi;
  • relitti di aerei abbattuti nelle nostre zone e recuperati dai volontari della Associazione Agmen Quadratum;
  • la visita di un vero treno, con locomotiva a vapore del 1910, un carro merci  Ferrovie dello Stato “cavalli 8 uomini 40” del 1906 usati in tutta Europa per trasportare nei lager milioni di civili,con all’interno una mostra  allestita dalla A.N.E.D. sui campi di sterminio e due vagoni della antica ferrovia Bologna Imola, ex Veneta, costruiti nel 1906 e 1925;
  • un aereo bimotore Piaggio P166 in perfetto ordine di volo.

I commenti di coloro che visitano il Museo sono tutti estremamente toccanti.
Ne citiamo, uno per tutti, quello del sottosegretario alla Difesa Onorevole Filippo Berselli:
 “E’ un Museo per le scuole! I giovani, visitandolo, capiranno che quanto è accaduto tanti anni fa non deve mai più ripetersi”.

Contattaci per la tua Gita al museo